Menu principale:

SEDE RAPPRESENTATIVA

Il castello neogotico della tenuta di Pietra Nera, dei baroni Gallelli di Badolato, è anche la Sede Rappresentativa del Club Calabrese per la caccia alla volpe simulata, della tenuta di Pietranera. Il Circolo Calabrese, a differenza di altre società per la caccia alla volpe a cavallo, è anche un organizzazione culturale, amministratrice di pubblicazioni araldico, genealogiche, nobiliari; oltre ovviamente all’ideazione di tecniche cacce alla volpe simulate a cavallo, sui fondi della famiglia, avvalendosi anche di gemellaggi con altre società, site a centro e nord Italia. Questi club nascono a Londra , inizialmente nel West End , nel XVIII secolo per gli aristocratici, sulle ceneri delle Coffee Houses che avevano caratterizzato il periodo immediatamente precedente. Nel secolo successivo, i circoli per gentiluomini furono via via aperti alle élite industriali, scientifiche, culturali e professionali della società del tempo, e la fine del XIX secolo vide l'apogeo della loro popolarità e della loro influenza nella cultura del tempo. Il più antico circolo, esistente al 2013, a Londra è White’s , fondato nel 1693 dal veronese Francesco Bianco (anglicizzato in Francis White ): i primi circoli, come White’s , Brooks's e Boodle's avevano una impronta aristocratica e venivano principalmente utilizzati per il gioco d'azzardo , a quei tempi illegale al di fuori dei club. Il periodo d'oro dei circoli per gentiluomini in Inghilterra si ebbe nella seconda metà del XIX secolo, in particolare negli anni '80 del 1800: una tale espansione può essere parzialmente spiegata con la progressiva estensione del diritto di voto ad opera dei Reform Act del 1832, 1867 e 1885. La raggiunta pienezza dei diritti civili stimolava i nuovi cittadini a ricercare anche la gratificazione sociale assicurata dalla membership di un Club per gentiluomini. I club esistenti, con severi limiti sul numero dei soci e lunghe liste di attesa, non potevano accogliere un numero così cospicuo di nuovi potenziali soci, e così queste persone cominciarono a formare esse stesse i propri nuovi club. A ciascuno dei tre provvedimenti normativi poc'anzi ricordati ha corrisposto quindi una correlativa espansione del numero dei club. I circoli si caratterizzarono man mano per lo specifico interesse dei loro membri in qualche particolare materia: politica , letteratura , sport , arte , automobili , viaggi, paesi particolari, o qualche altro argomento; in altri casi, ciò che univa i soci era l'appartenenza alla medesima arma, scuola o università; in questo modo, lo sviluppo dei club londinesi fornisce un prezioso indicatore di ciò che era considerato un must in quel particolare momento storico. Alla fine del XIX secolo, una persona aspirante allo status di " gentiluomo " doveva necessariamente essere in grado di trovare un club disposto ad annoverarlo fra i suoi soci, a meno che il suo carattere o la sua reputazione fosse discutibile e dunque, in qualche modo, tale persona fosse "unclubbable" (parola usata per la prima volta da Samuel Johnson ). Ciò determinò la massiccia inclusione nei circoli d'Oltremanica delle classi professionali (medici, banchieri, giornalisti ed avvocati) che - a differenza dell'aristocrazia - dovevano guadagnarsi da vivere. La maggior parte dei gentiluomini del tempo apparteneva ad un solo circolo, che corrispondeva al suo interesse più stretto, ma alcune persone appartenevano a diversi club, cosa che accadeva, in particolare, per i membri della nobiltà ed i politici. I club sono stati - ed ancora in larga misura sono - vere e proprie "seconde case", nel centro di Londra, dove i soci potevano rilassarsi, incontrarsi con gli amici, giocare, pranzare e cenare, e in alcuni club pernottare. Coloro che vivevano all'estero, in occasione di soggiorni in Inghilterra, avevano la possibilità di utilizzare i loro club, come l' East India Club o l' Oriental Club , come base. Era inoltre pratica abituale per i giovani neo-laureati, da poco trasferiti a Londra, di vivere al loro club per due o tre anni prima di potersi permettere di affittare una casa o un appartamento. Alla fine del XIX secolo l'istituzione di circoli fu assai popolare pure per le signore, come il Ladies' Institute , e Ladies' Athenaeum ma solo un club, The University Women's Club , è sopravvissuto fino al 2013. Fino agli anni cinquanta del XX secolo , i club hanno fortemente regolamentato la disponibilità di ambienti aperti ai non soci (spesso limitati ad una sola sala foresteria), poiché si tendeva a ritenere che il proprio intero cerchio sociale dovesse essere circoscritto all'interno del circolo stesso. Dagli anni settanta in poi, mutati i costumi, alcuni circoli per gentiluomini ammisero fra i loro soci pure le signore, in parte per ragioni ideologiche ed in parte per acquisire nuovi soci allo scopo di continuare ad esistere. Sebbene i circoli per gentiluomini tradizionali non siano più così popolari e influenti come erano un centinaio d'anni fa, dagli anni ottanta v'è stato un notevole ritorno di popolarità, in Inghilterra come in altri paesi [10] . Al 2013 a Londra vi sono oltre quaranta circoli per gentiluomini. In tutto il mondo, i circoli offrono ai soci la possibilità di pranzare e intrattenersi al bar, rilassarsi in biblioteca o in sala tv, dedicarsi a giochi di carte o biliardo. Talvolta essi offrono il servizio barbiere, sartoria, palestra e la possibilità di pernottare. L’ingresso ai non soci è possibile soltanto in compagnia di soci: in tal caso l’ospite potrà accedere solo alla sala foresteria, eventualmente a qualche altra sala ma mai al resto del club. La membership di un circolo per gentiluomini si acquisisce generalmente solo attraverso la presentazione di due o più soci aventi una certa anzianità d’iscrizione e, previa istruttoria da parte dell’organo direttivo del club, mediante il voto favorevole di una maggioranza qualificata di soci. Alcuni circoli mantengono ancora un carattere fortemente esclusivo ed elitario che rende assai ardua l'adesione di un nuovo potenziale socio, il quale, dopo aver raggiunto pazientemente la cima di una lunga lista d'attesa, può comunque essere blackballed , cioè vedere respingere una richiesta di adesione all'esito di una votazione segreta fra i soci. In tale eventualità, a rigore il proponente di una tale persona dovrebbe dimettersi, in quanto non è riuscito a far ritirare per tempo il suo candidato evidentemente indesiderabile. Più spesso, il socio che intende presentare un candidato non idoneo viene avvertito in una fase prelimiare rispetto alla votazione, così che egli possa ritirare la candidatura ed evitare così l'imbarazzo per tutti gli interessati. Alcuni club londinesi impongono tuttora requisiti di adesione molto restrittivi e particolari. Il Caledonian Club, ad esempio, richiede che il potenziale socio "sia di diretta origine scozzese, vale a dire, discenda da un padre scozzese e madre, nonno o nonna" o "abbia, a giudizio del Comitato, una strettissima connessione con la Scozia ". Il Travellers Club , fin dalla sua fondazione nel 1819, non ammette chiunque non soddisfi un requisito molto specifico imposto all'art. 6 del suo statuto, il quale recita che "non potrà essere ammesso al Travellers Club, chi non abbia viaggiato fuori delle isole britanniche ad una distanza di almeno 500 miglia da Londra in linea diretta". La maggior parte dei club per gentiluomini ammette, di fatto, esclusivamente soci di sesso maschile, ma soprattutto all’estero non sono più così rari i circoli che ammettono fra i loro soci anche le signore. Tutti i circoli stringono accordi di reciprocità con altri circoli, dello stesso paese ed esteri, così che il socio possa frequentare pure i circoli gemellati alla stregua di un socio locale, e viceversa. IL SEGRETARIO

Bruno Zoccali.



noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa

Webmaster : www.sistemic.it Advertising by www.golink.it
www.sistemic.itwww.panificiopilato.itwww.sistemic.it